L‘intelligenza artificiale sta rivoluzionando il settore del cibo e della ristorazione, alla pari di tanti altri e in modi che vanno ben oltre la semplice automazione dei processi. Questa nuova tecnologia sta trasformando radicalmente sia il front-end che il back-end delle operazioni nel fuori casa alimentare, migliorando l’efficienza del Marketing delle aziende Food & Beverage, personalizzando l’esperienza del cliente in Ristorazione e persino influenzando la creatività culinaria degli chef e l’offerta dei menu dei fast food. Per questo l’AI è un ambito molto interessante da tenere d’occhio oggi per chi opera nel settore Alimentare e merita un’intera rubrica con tutte le news dalle aziende che la stanno utilizzando già.

- 21 Marzo 2024 -

“Tecnologia in Ristorazione – Scenari e Opportunità” è il titolo dell’analisi condotta da PWC Italia che indaga su come l’intelligenza artificiale sta rivoluzionando il modo in cui cibo e bevande vengono prodotti, distribuiti e consumati. Le dimensioni del mercato globale dell’intelligenza artificiale nel settore Food sono destinate a crescere e raggiungere a livello globale un valora pari a 43,4 miliardi dollari entro il 2028 secondo PWC. Questa crescita esponenziale è un chiaro indicatore di come l’AI non sia un trend passeggero, ma un elemento strutturale che sta ridisegnando le traiettorie future anche per il settore del Food & Beverage. La logistica della filiera agroalimentare beneficerà particolarmente dell’AI con sistemi  di automazione che potenzieranno l’efficienza dei magazzini. Inoltre, le aziende del Food adotteranno sempre più un approccio di business data-driven con raccolta e analisi dei dati sui consumatori e sui trend di mercato presi in tempo reale dal web, dai social network e da altre fonti che potranno migliorare l’efficienza dei processi decisionali aziendali. Infine, ultimo dato interessante della ricerca di documento di PWC, quasi il 45% delle startup italiane nel food tech sfrutta l’IA, con significativi investimenti nel settore che arrivano ad oggi a circa 167 milioni di euro. Per approfondire qui

- 15 Marzo 2024 -

L’azienda Campbell’s ha affidato all’agenzia Zulu Alpha Kilo la campagna di Marketing Campbell’s pAIntings, che rinnova il legame storico tra le sue iconiche zuppe e il mondo dell’arte. Questo connubio è nato negli anni ’60 con Andy Warhol che disegnò la famosa lattina di zuppa Campbell’s. Questa volta invece l’arte si fonde con la tecnologia, infatti, grazie all’intelligenza artificiale sono state create nuove interpretazioni artistiche della celebre lattina di zuppa e poi sono state condivise su Instagram e sulle affissioni delle pensiline stradali.  Questo esperimento di Campbell’s vuole dimostrare come l’IA possa essere utilizzata come mezzo espressivo nel campo artistico e pubblicitario. Qui ulteriori dettagli sulla campagna.

- 2 FEBBRAIO 2024 -

Avocados From Mexico, il marchio di avocado più venduto negli Stati, è anche il primo nel settore dei prodotti ortofrutticoli a utilizzare l’intelligenza artificiale. Infatti ha creato GuacAImole una piattaforma che sfrutta le tecnologie di Chat GPT-4 e DALL-E per  acquisire immagini e generare testo e immagini. Uno strumento semplice ma interattivo per consentire ai clienti di partire da una foto degli ingredienti che hanno nel loro frigorifero o di piatto finito già mangiato i un ristorante per avere dall’intelligenza artificiale una ricetta personalizzata e completa di istruzioni dettagliate e abbinamenti alimentari. Qui per approfondire.